Gold Wing Club Italia
DAL 1982 IL CLUB UFFICIALE DEI GOLDWINGERS ITALIANI

Home Page > Altro > Sicurezza

Sicurezza

08 maggio 2024 - La nostra Associazione ha sempre avuto a cuore la sicurezza dei motociclisti; per questo motivo aveva avviato tanto tempo fa un progetto di monitoraggio dello stato delle nostre strade, creando una “mappa dei pericoli” e istituendo una banca dati da utilizzare per agire nelle sedi più opportune.

I motociclisti sono quotidianamente sulla strada: nessuno meglio di loro potrebbe svolgere questa opera di raccolta dati. Più informazioni ci fornirete e più dettagliata sarà la segnalazione. Sono indispensabili:

· LUOGO: dove viene rilevata l’insidia: via, piazza, numero civico se su strada urbana - indicazione del tipo di strada (SP, SR. Ex SS con relativo numero), del Km. (lo si rileva dalle ex pietre miliari, ora cartelli bianchi con un numero romano ed uno arabo) e carreggiata se su strada extraurbana, comune dove scorre quel tratto di strada; utilizzando lo screenshot della posizione da Google Maps o similari.

· ENTE Proprietario. Questa notizia è forse la più difficoltosa da reperire, ma in loco è più facile che da dietro un pc. Lo si può chiedere ai vigili urbani, al comune dove è ubicata la strada o alla polizia, a volte è scritto all’inizio della tratta. La notizia è fondamentale perché la prima cosa che fanno gli enti proprietari è il gioco allo scarica barile (non è di nostra competenza è la risposta che costringe a ripetere la procedura dall’inizio). Prestare attenzione perché vi sono strade statali che in alcuni tratti diventano comunali nelle diramazioni e viceversa.

· FOTO: non sono obbligatorie, ma aiutano il magistrato a rendersi conto della reale situazione.

Con il termine "insidie" si intendono buche, presenza di terra o altro materiale sdrucciolevole, tombino troppo infossato/rialzato, macchie di nafta/olio sulla carreggiata, cordoli non visibili o non segnalati (come da C.d.S.), bocciardatura (raschiatura dell'asfalto) non segnalata da appositi cartelli di lavori in corso (come da C.d.S.), dossi non segnalati o non a norma e quant’altro sia rilevante per la sicurezza, ecc.

|Compila il modulo|

Il nostro obiettivo è quello di salvaguardare l’incolumità di chi va per strada in moto. Se riusciremo insieme ad evitare anche un solo incidente saremo sulla buona strada e sarà uno stimolo per evitarne tanti altri.

Gian Pietro Boveri (Indio) #1354 - (Responsabile per la Sicurezza Attiva - GWCI 1982 ASD)

  sicurezza@gwci.org             351 943 9300


REGOLE DI MARCIA

COME COMPORTARSI DURANTE UNA PARATA MOTOCICLISTICA

  • Quando guidate in gruppo, la priorità è la sicurezza.
  • Quando guidate da solo, la priorità è la sicurezza.

In pratica è esattamente la stessa cosa, sia durante una parata di gruppo che ad un evento della GWEF. Gli elementi centrali della guida sicura sono: tempo e spazio. Il tempo è necessario per vedere e reagire ai pericoli. Lo spazio è necessario per reagire in modo appropriato.

Lo standard, quasi universale, per la “distanza di sicurezza” del tempo e dello spazio è di almeno uno spazio di 2 secondi dietro il veicolo che precede (in Norvegia è di 3 secondi). La formazione classica è mostrata qui sotto.

​​​​​​​Il capo-colonna #1 conduce verso l’esterno della linea centrale (lontano da eventuali perdite d’olio lasciate al centro dai veicoli a 4 ruote).

#2 conduce ad “1 secondo” dietro #1. A causa dell’allineamento, il conducente #2 non ha in realtà nessuno davanti a sé. In questo modo le distanze di frenata vengono così rispettate.

Ciò crea un minimo di distanza di sicurezza fra #3 e #1. Vengono nuovamente rispettate le distanze per eventuali frenate e manovre. Questa formazione alterna verrà rispettata dal gruppo intero. Ogni conducente ha almeno uno spazio di 2 secondi dal motoveicolo che lo precede.

Questo dipende ovviamente dalla velocità del gruppo, come segue:

  • 2 secondi 25 km/h  = 14 metri
  • 50 km/h    = 28 metri
  • 80 km/h   = 44 metri

È importante notare che lo spazio di “2 secondi” è una separazione minima, che va bene quando le circostanze sono buone. Sul bagnato, o se la superficie stradale è difettosa, rotta, oleosa, lo spazio dovrebbe essere aumentato. In ogni caso, la doppia colonna, o formazione alternata, non è usata dappertutto. In più, ci sono alcune regole per la guida nelle parate, regole assolute che non dovrebbero mai essere disattese. La prima è la più importante.

Il Codice della Strada deve essere sempre rispettato. Tutti gli stop, le precedenze, i semafori, ecc. devono essere rispettati, salvo che il traffico venga gestito da agenti di polizia o dai conducenti (staffette) delegati legalmente a gestire la parata. Tutti i Codici della Strada richiedono una guida responsabile.

Una volta assunta la posizione nel gruppo, mai cambiarla. Cambiare la propria posizione mette le altre in pericolo. Disturba la formazione che è stata fatta per la sicurezza. Questo significa, per esempio, che il conducente che va avanti e indietro nella formazione per fotografie e riprese video, ecc. non è ammesso. (L’unica eccezione a questa regola è per un’emergenza medica o meccanica. In questo caso, segnali molto chiari dovrebbero essere dati ai conducenti vicini).

Nessun rimorchio deve partecipare alle parate. I rimorchi non sono necessari per un giro del gruppo o in una parata. Creano solo rischi supplementari. Di conseguenza non ne è permessa la partecipazione.

Regola 5: Regola 6: Regola 7: Le Parate sono divertimento. Gli incidenti e gli infortuni no! Restare allineati al veicolo di riferimento, per una guida sicura, assicura il divertimento, perché le parate sono un’esperienza speciale.

E ricordarsi che:

nessun altro – non gli organizzatori della Parata, non la GWEF, né altri conducenti -possono essere responsabili della vostra sicurezza.

Questa responsabilità è sempre la vostra.

 

Source ( 08 mag 2024):

(c) T.G. White, Gold Wing European Federation  -  (c) Motorcycle Safety Foundation 


CALENDARIO

Accedi al calendario eventi di GWCI

NEWS DAL CLUB

29/06/2024 | Motoinviti - Eventi Palio della Vittoria - Sez. Costa Toscana

Leggi Tutto » ARCHIVIO


NEWS DALLE SEZIONI

30/11/2024 | Vita di Sezione Cena di Natale delle Due Sicilie - Gela (CL)

Leggi Tutto » ARCHIVIO